martedì 13 settembre 2016

Intervista al giovane maestro Andrea Favaloro

Il giovane messinese Andrea Favaloro classe 98' dopo un ottima prestazione nei campionati u20 ha ottenuto il titolo di Maestro. Ci ha cortesemente concesso un' intervista ed ha risposto alle 10 domande più votate da parte dei lettori di ChessLogger su Facebook



Andrea Favaloro

1) Quante ore dedichi allo studio degli Scacchi ?

Abitualmente in periodo invernale,da uno/due anni a questa parte dedico un'ora e mezza o due allo studio degli scacchi.Tuttavia è impossibile stabilire una media precisa,perchè prima di una competizione importante,o anche in giornate con più tempo libero per me,lo studio diventa abbastanza intenso. D'estate,libero da impegni scolastici,studio molto di più,e mi accordo sempre che la voglia non manca.


2) Come ti prepari prima di un torneo ?

Prima di un torneo la mia preparazione ormai è incentrata sugli elementi per valutare correttamente la posizione. Per fare questo studio da diversi libri,e soprattutto guardo partite di top players,specialmente quelle recenti,sebbene i classici rimangano un punto di riferimento importantissimo da non trascurare mai. Mi diverte molto studiare aperture prima di un torneo,in modo da poter essere flessibile nella preparazione prima della partita ed essere a conoscenza delle più recenti novità teoriche.

3) Alla preparazione mentale aggiungi una preparazione atletica ?

La preparazione atletica è sicuramente importantissima. Allena il proprio corpo così come alleni la tua mente! Mi alleno in palestra quattro volte a settimana d'inverno,e d'estate se è possibile anche cinque.

4) Che ne pensi del cheating negli scacchi ?

Io penso che il cheating sia una problematica da affrontare col pugno di ferro. La fide con il nuovo regolamento ha promosso i controlli anti-cheating e sicuramente i problemi che si verificavano precedentemente sono ridotti notevolmente. Tuttavia bisogna sempre stare attenti ai propri avversari! E' di fondamentale importanza comunicare ogni comportamento sospetto.

Ottavo posto per l'ex campione Under 18, Andrea Favaloro

5)Pensi che ci siano "nuove aperture" che potranno essere il futuro degli scacchi ?

Il GM Baadur Jobava definisce l'apertura Nimzo-Larsen attack 1.b3 "a breath of fresh air" (un soffio di aria fresca) per gli scacchi degli ultimi anni. Le aperture sono molto spesso una questione di moda,che solitamente si diffonde dall'alto verso il basso,specialmente dopo vittorie eccitanti da parte di forti giocatori. Tuttavia credo che vi siano altre ragioni sul perchè vengano scelte più spesso alcune aperture che altre. Gli scacchi di oggi privilegiano il gioco dinamico e ipermoderno,sebbene la componente classica sia sempre presente a largo respiro. La novità è il fattore "flessibilità". La maggior parte dei giocatori di oggi sceglie strutture non ben definite,posizioni flessibili e gestibili in ogni situazione,mossa dopo mossa. Credo che il futuro degli scacchi si basi sulla scelta precisa di ogni ordine di mosse,ed è raro vedere top players vedere giocare strutture che ormai hanno una valutazione ben precisa. L'imperativo è : "non soffrire,dinamizza!"


6)Quali consigli ti senti di dare a chi è alle prime armi ?

Per chi è alle prime armi consiglio di studiare! Il mio consiglio è :studiate aperture. Quando sei alle prime armi e hai una preparazione teorica più elevata rispetto alla media otterrai quasi sempre ottimi risultati. Il punto chiave è che al momento di giocare con avversari più forti imparerai la loro tecnica e comincerai a capire cosa ti manca. Analizza sempre le tue partite! Si impara da chiunque e con chiunque,anche da avversari più deboli. Importante altresì studiare i classici e i finali. Ma soprattutto segui sempre un percorso graduato! Poni a te stesso degli obiettivi e fai di tutto per raggiungerli,ma ricorda che solo salendo gradino per gradino si costruisce la piramide.

7)Pensi si possa giocare ad alti livelli senza trascurare gli studi ?

Io credo che sia possibile,ma ci vuole grande carattere e spirito combattivo.


8)Hai dei libri da consigliare ?

Per i principianti consiglio di cominciare da libri sui finali e da riviste di aperture : nel vostro bagaglio deve esserci il libro sui finali di Yuri Averbakh. Per i più esperti consiglio "Come studiare gli scacchi" di Mattew Sadler, "Attacco e Difesa" di Agaard e "Il pensiero creativo" di Dvoretsky. Il manuale dei finali di Dvoretsky deve essere una costante nel proprio bagaglio da visitare e rivisitare e non scordatevi di allenare il vostro calcolo,specialmente tramite finali tattici.

9)A che livello pensi il gioco degli scacchi possa trasformarsi in un lavoro e vivere di esso ?

Credo che a livello di 2600 elo gli scacchi possano diventare un lavoro. Chiaramente anche con un elo più basso,e dando lezioni puoi vivere di scacchi,ma non è la stessa cosa.


10)Per uno scacchista moderno pensi che il computer sia un elemento essenziale ?  

Io credo che il computer sia molto importante. Privilegio anzitutto il confronto umano,ma il confronto col "silicio" è indispensabile.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

ChessLogger non si assume alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti che vengono pubblicati dai lettori, sia firmati che in forma anonima. La responsabilità di quanto scritto ricade esclusivamente su chi lascia il commento.
Tuttavia, viste le normative vigenti in materia, ChessLogger si riserva il diritto di cancellare
commenti che ledano l'immagine altrui, o che non siano conformi alla
politica di questo sito
.
In particolare non sono consentiti:

- messaggi pubblicitari a scopo di lucro
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi
italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
- messaggi non inerenti al post
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi con contenuto razzista o sessista

Prodotti piu venduti ( scacchiere e orologi )

Libri piu venduti