mercoledì 28 dicembre 2011

L'assedio di Baghdad e la partita di scacchi

Nell'anno 813 d.c. la città di Baghdad capitale del califfato islamico era sotto assedio durante la guerra fratricida tra il califfo Muhammad Al Amin e il fratellastro Al Mamun che porterà quest'ultimo a vincere la guerra e diventare il settimo califfo della dinastia abbaside.







Durante questo cruento assedio si verificò un interessante avvenimento scacchistico, il califfo nel pieno dell'attacco nemico alla sua città si trovò a giocare con il suo eunuco preferito una avvicente partita di scacchi, adesso la storia narra che mentre giocava e pare si trovasse in posizione vincente , un messaggero arrivò per portargli un importante aggiornamento sulla situazione dell'assedio, ma il califfo non volle ascoltarlo prima di finire la sua partita. Probabilmente fu l'ultima vittoria del califfo da lì a poco avrebbe perso la guerra e finirà decapitato.


Tratto da Il gioco immortale di David Shenk

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

ChessLogger non si assume alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti che vengono pubblicati dai lettori, sia firmati che in forma anonima. La responsabilità di quanto scritto ricade esclusivamente su chi lascia il commento.
Tuttavia, viste le normative vigenti in materia, ChessLogger si riserva il diritto di cancellare
commenti che ledano l'immagine altrui, o che non siano conformi alla
politica di questo sito
.
In particolare non sono consentiti:

- messaggi pubblicitari a scopo di lucro
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi
italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
- messaggi non inerenti al post
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi con contenuto razzista o sessista

Prodotti piu venduti ( scacchiere e orologi )

Libri piu venduti