venerdì 19 agosto 2011

Torre e pedone di cavallo contro donna

Nell'ottavo turno del torneo di Montecatini si è svolta la partita Rombaldoni D.- Bentivegna conclusasi alla fine patta in un finale davvero molto interessante. Molti giocatori di livello non sapevano se la posizione che si era verificata in partita si poteva vincere, alcuni forti IM sostenevano fosse vinta altri tra cui lo stesso Rombaldoni a fine partita sostenevano che era patta.

Ho provato anch'io a vedere se era possibile vincere ma non ho trovato nulla, dunque l'ho fatta analizzare da un motore scacchistico che pur dando +2 al nero non riesce a vincere, non c'era altro da fare che consultare il manuale dei finali di Mark Dvoretsky.


IM Rombaldoni D. - FM Bentivegna F.

posizione dopo 82..Rb7



Dvoretsky nel suo libro spiega che "se il pedone di cavallo ha lasciato la 2° traversa, la patta è ancora possibile. Se si trova sulla 3°, il Re bianco deve collocarsi alle spalle, mentre se ha già raggiunto la 4° o la 5° traversa, il Re può stargli davanti" , dunque nel finale in esame il bianco dovrebbe pattare facilmente poiché ha il pedone in 5°.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

ChessLogger non si assume alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti che vengono pubblicati dai lettori, sia firmati che in forma anonima. La responsabilità di quanto scritto ricade esclusivamente su chi lascia il commento.
Tuttavia, viste le normative vigenti in materia, ChessLogger si riserva il diritto di cancellare
commenti che ledano l'immagine altrui, o che non siano conformi alla
politica di questo sito
.
In particolare non sono consentiti:

- messaggi pubblicitari a scopo di lucro
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi
italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
- messaggi non inerenti al post
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi con contenuto razzista o sessista

Prodotti piu venduti ( scacchiere e orologi )

Libri piu venduti